AL MOMENTO QUESTO E’ L’UNICO RISULTATO DELLE GRANDI INTESE

larghe intese

Devo capire se provo più fastidio per l’ennesimo video patetico-patinato, girato in uno studio televisivo (perché le luci contano molto) e non nello studio privato di Berlusconi, o per chi da vent’anni scrive il suo pezzetto di 1300 battute  di una rubrica con il titolo accomodante, per vomitare ogni tipo di ingiuria, e che ha come unico scopo quello di permettere al Maradona delle penna di pagarsi il mutuo. Per non parlare di chi risponde al video con un altro video in cui spiega quanto sia stufo dei video. Che noia malsana, peggio che indossare le scarpe strette con le vesciche nei piedi. Quello che non è chiaro al primo e a tutti i secondi che si è ormai chiusa un’epoca. Tra poco non esisterà più Silvio (politicamente) ne gli anti, usciremo dalla giostra del “calcinculo” dove dai un calcione a quello che sta davanti a te per mandarlo il più lontano possibile e questo dopo mezzo giro di giostra ti ritorna in braccio. Ora anche i vecchietti, quelli che non capiscono chi sia veramente Berlusconi, ma che vedono il suo volto rassicurante da tanti anni, si sono scassati le ginocchia e in gran numero diserteranno i seggi elettorali, riducendo ancora il bacino di consenso del Cavaliere. Anche l’invenzione delle grandi intese non ha prodotto grandi risultati, a meno che non si vogliano includere nella colonna degli attivi, le coppie Boccia-Degirolamo e Ravetto-Ginefra. Loro di sicuro l’intesa l’hanno trovata, ma non era certo quello il programma di Letta piccolo, quando parlava di aiuti per la famiglia; a guardar bene questo particolare ricorda più il programma di Berlusconi: “Più topa per tutti”.

Massimo De Muro