Nel saggio l’autore spiega chi sono, dove si nascondono e come agiscono i jihadisti senza volto che parlano francese, tedesco, inglese, danese, italiano, delineando gli scenari raccapriccianti di un conflitto che l’Occidente non potrà più minimizzare e che dovrà affrontare con una forte cooperazione internazionale…(redazione)

IL JIHADISTA DELLA PORTA ACCANTO di Khaled Fouad Allam Edizioni Piemme ebook euro: 7,99 Comincia con questa drammatica constatazione la lucida e allarmante analisi di Khaled Fouad Allam dopo la strage nella sede della rivista satirica Charlie Hebdo di Parigi. Il sociologo di origine algerina fa notare che non è un caso che l’attentato sia avvenuto nella capitale francese, luogo…

Se vuoi cercare lavoro all’estero (e devi scrivere un cv e prepararti a un colloquio). se vuoi fare business con tutto il mondo (e condurre trattative, partecipare alle fiere…). se vuoi andare a lavorare in un hotel o un ristorante in Inghilterra per studiare la lingua (suggerisco fortemente Liverpool, costa molto meno di Londra e non ci sono tanti italiani). Insomma se vuoi (o devi…) lavorare in inglese, questo è…(redazione)

ENGLISH AL LAVORO di John Peter Sloan Mondadori ebook euro: 9,99 se ti serve l’inglese per mandare e-mail o fare telefonate. se sei un manager e devi fare presentations, conference calls, meetings ecc. se vuoi cercare lavoro all’estero (e devi scrivere un cv e prepararti a un colloquio). se vuoi fare business con tutto il mondo (e condurre trattative, partecipare…

Partiamo dal presupposto che il linguaggio è una convenzione. Abbiamo deciso di chiamare casa casa e pomodoro pomodoro per condividere una certezza comune. Non avessimo trovato un accordo su questa semplice base sarebbe stato complicato lo svolgersi anche dei più elementari episodi quotidiani. Usiamo le parole ed il linguaggio per esprimere i nostri pensieri ed i nostri concetti per renderli comprensibili a chi ci ascolta. Spesso utilizziamo il linguaggio per mascherare o ancora peggio per non far capire il nostro pensiero. Altre volte il nostro pensiero lo mettiamo in evidenza attraverso le parole che non diciamo. Del ‘non detto’ purtroppo ne si fa grande uso. Nei nostri quotidiani scambi verbali, nella comunicazione politica, giornalistica, pubblicitaria, ciò che si dice in modo esplicito rappresenta solo la punta visibile di un’enorme massa di informazioni… Massimo De Muro

COME NON DETTO di Filippo Domaneschi, Carlo Penco Usi e abusi dei sottintesi Laterza Editore ebook euro10,99 Di ritorno dalla pausa caffè, un collega con la sigaretta in mano ci chiede «Hai ancora l’accendino?». La sua frase, semplice e usuale, è la punta di un iceberg. Comprendere quanto ha detto, infatti, è tanto facile quanto può esserlo per un marinaio…

Alessandro Locatelli social media specialist, dedica questo suo lavoro a tutti coloro che pensano che le immagini e le notizie per voi entusiasmanti, riferite alle vostre vacanze nel lido tal dei tali, delle vostre belle tavolate con pietanze spizzicate e bicchieri rovesciati, del vostro bimbo che inizia a gattonare e del vostro cucciolo che mangia la pappa prendendola dal palmo della vostra mano, non frega niente di niente a nessuno. Per di più, mentre siete a casa vostra che postate e taggate qualunque cosa, chi ha l’onore di vedere le vostre miserende, probabilmente si trova in un posto ed in una situazione assai più invidiabile che non si sogna di pubblicare e sorride della pochezza di cui viene messo al corrente. Questo senza parlare dei filosofi che dispensano frasette da baci perugina o dai caudillo un tanto al chilo che lanciano strali e minacce di politicatura (politica da spazzatura) di terza o quarta mano che non legge nessuno. I social hanno comunque dato una grande possibilità, quella cioè di poter comunicare immediatamente una o più cose ad una moltitudine di persone, resta solo un passo da compiere, anche se quasi insignificante… Avere qualcosa da comunicare. Per la caccabella del vostro bimbo o per il nuovo cucciolo, per una dichiarazione d’amore basta un colpo di telefono alla persona interessata. Per i luoghi romantici che ritenete indimenticabili, vi svelo questo ultimo segreto: frega solo a voi. Trovate loro un posto nel vostro cuore, per il post su facebook lasciate perdere, ai vostri amici basta meno…molto meno… massimo.demuro@iltrovalibri.it

Lasciate ogni speranza, voi che Taggate di Alessandro Locatelli Rizzoli Editore ebook euro: 9,99 Il romanzo che vi farà scendere nell’Inferno dei Social Se credete che una cosa per esistere davvero debba essere postata su Facebook, allora siete i benvenuti nell’Inferno dei Social Network, un luogo maledetto dove ognuno di voi potrà scoprire la sua condanna… Francesco è un ragazzo…

Sandro Settimj. Spesso l’uomo è un precario dei sentimenti che fugge da ogni tipo di responsabilità…Amante delle fiabe, vede le donne come romantiche fate da corteggiare, ma deve fare i conti con la realtà e si ritrova regolarmente in situazioni che lo lasciano deluso. In fondo Ugo sembrerebbe essere solo un seduttore un po’ imbranato, un precario nella vita e nei sentimenti, che fugge da ogni tipo di responsabilità. Quando finalmente decide di lasciare la sua…(redazione)

Per quanto mi riguarda sono sempre innamorato di Sandro Settimj Mondadori ebook euro: 8,99 A Ugo piacciono molto le donne. Il problema è che non le capisce, o forse semplicemente le fraintende. Amante delle fiabe, vede le donne come romantiche fate da corteggiare, ma deve fare i conti con la realtà e si ritrova regolarmente in situazioni che lo lasciano…

È pensabile un’altra finanza? Per rispondere a questa domanda gli autori sottopongono la crisi finanziaria a una triplice interrogazione. Che cosa è entrato in crisi? Non semplicemente un insieme di strumenti, ma un’intera concezione della finanza. Le stesse innovazioni che ieri promettevano a tutti, attraverso un crescente indebitamento, benefici indiscriminati, sono diventate improvvisamente causa di sofferenze e di perdite altrettanto indiscriminate. In ogni caso, esse sono il portato di una finanza che manca sistematicamente il proprio fine. Ma il fine della finanza coincide con la fine, ossia con il pagamento a tempo debito e la chiusura dei conti fra debitori e creditori. Da dove viene la crisi? Non da una…(redazione)

  Fine della finanza di Massimo Amato e Luca Fantacci Donzelli Editore euro: 13,87 Da dove viene la crisi e come si può pensare di uscirne Si dice, con leggerezza, che tutte le crisi prima o poi finiscono – salvo ammettere in seguito, con altrettanta leggerezza, che ve ne saranno sempre di nuove. Ma le crisi non sono affatto un…

Da sempre, una persona a me cara mi dice: non sono le risposte ad essere stupide, sono le domande ad essere sbagliate. Ma il consiglio migliore che mi ha dato è questo: non fare mai una domanda di cui non sei sicuro di voler sentire la risposta…(Massimo De Muro)

Il potere delle domande di Lucia Giovannini sperling & kupfer ebook euro: 9,99 Come fare le scelte giuste per cambiare la tua vita e riempirla d’amore Spesso siamo così impegnati in una relazione, in un lavoro, in un progetto che non ci chiediamo perché lo stiamo facendo. Diamo tutto per scontato e non ci concentriamo su aspetti che invece avrebbero…

Il tasso di disoccupazione giovanile che riguarda coloro che hanno appena terminato gli studi continua a crescere, raggiungendo livelli record. Secondo l’Istat ad agosto la mancanza di lavoro ha raggiunto il 44,2%, ai massimi dal 2004, era dal 1977 che non si registravano dati di questa gravità, e la tendenza è ancora a scendere, senza mostrare la fine di questo tunnel. Ha senso tenere una fetta di popolazione lontano dai diritti primari che consentono di progettare la propria vita? Se una parte così importante di cittadini non può accedere al credito, alla casa ed ai consumi in generale, si rende molto più complicata la vita di tutti gli altri cittadini? Per i prossimi mesi parleremo solo delle politiche, poi saremo vicini alla pausa estiva e alla ripresa dovremo affrontare il dramma della Finanziaria. Poi si vedrà. Vuoi vedere che il modo per risolvere il problema dei venticinquenni sia aspettare che compiano quarant’anni? Ah saperlo… Massimo De Muro

Diventare Cittadini Un manifesto del precariato di Guy Standing Feltrinelli Editore euro 17,85 Ormai i giovani danno per scontato che le uniche possibilità di cominciare a lavorare saranno temporanee e poco garantite, mentre molti lavoratori stanno facendo i conti con la possibilità che tutta la loro vita professionale sia all’insegna della precarietà. Ma cosa significa questo per la società nel…

Cinquant’anni fa non c’erano ancora i computer, non esisteva internet, ma neppure fax e fotocopiatrici. Esisteva, invece, il «posto fisso»: si entrava in azienda a 16 anni per rimanerci fino alla pensione, fabbricando sempre gli stessi oggetti, con gli stessi strumenti. In una società dove erano ancora gli aiuti di stato ad assicurare la continuità delle grandi strutture produttive, non era neppure pensabile che aziende come Olivetti, fiat o Alitalia potessero ricorrere a un licenziamento collettivo o tanto meno chiudere. Mentre era pensabile che il «risarcimento» per la perdita del posto in aziende come quelle consistesse in anni e anni di cassa integrazione, fino a un… (redazione)

IL LAVORO RITROVATO di Pietro Ichino Mondadori Editore euro: 15,06 «Giù le mani dall’articolo 18!» si gridava, nelle piazze e non solo. Poi, quando si è capito che quella norma poteva essere davvero mandata in soffitta, la tensione è arrivata al calor bianco. Eppure tutti sanno che il sistema di protezione di cui l’articolo 18 è la chiave di volta,…

Il potere crescente delle donne, imposto anche nelle storie di sesso. Misteri ed enigmi che diventano incubi. Il primo dopoguerra italiano è stato tutto questo. Un inferno durato tre anni, sino alle elezioni del 18 aprile 1948 e all’attentato a palmiro togliatti subito dopo il trionfo di alcide de gasperi sul fronte popolare rosso. Da allora sono trascorsi tanti anni e quasi nessuno rammenta quel tempo feroce. Ma Giampaolo Pansa l’ha vissuto con lo sguardo attento di un ragazzino curioso. E non l’ha dimenticato. Lui ha una tesi: l’italia di questo periodo è ancora figlia del primo dopoguerra, dei vizi e delle faziosità che lo inquinavano. Allora i comunisti sognavano di fare un colpo di stato. Adesso i reduci del pci rimasti sulla piazza hanno scoperto degli alleati imprevisti: i movimenti che vogliono il nostro distacco dall’europa. Gli italiani di oggi sono più in frantumi degli italiani di allora. I partiti soffrono…(redazione)

L’ITALIACCIA SENZA PACE misteri, amori e delitti del dopoguerra di Giampaolo Pansa Rizzoli ebook euro: 9,99 Delitti politici rimasti senza colpevoli. Pugno di ferro sui fascisti sconfitti. Reduci di Salò che si vendicano. Fanatismi barbarici. Partiti divisi dall’odio. Il potere crescente delle donne, imposto anche nelle storie di sesso. Misteri ed enigmi che diventano incubi. Il primo dopoguerra italiano è…