Post per “salute”

Natale è alle porte, questo si, ma non si tratta di alcun regalo! Gift è per l’appunto l’acronimo di Gradualità, Individualità, Flessibilità e Tono. Un modo sintetico per riassumere la tesi centrale di questa nuova cura dimagrante. Come fare quindi? Ce lo spiegano i fratelli e dottori Speciani, ideatori di questa dieta ‘gentile’ perché “per perdere i chili di troppo non c’è bisogno di soffrire la fame, basta dare al nostro organismo le dritte giuste per modificare metabolismo, chimica e umore” L’obiettivo principale della dieta Gift è quello di preparare un mono-piatto che abbia al suo interno ciò che di più importante fa parte della piramide alimentare: proteine, carboidrati e fibre; il tutto cercando di rendere appetitoso l’abbinamento tra queste componenti. Le regole quindi sono abbastanza semplici: innanzitutto una base di carboidrati complessi (pane, pasta, riso, patate: mai più di un terzo del totale); una componente proteica (carne, pesce, uova, formaggio, affettato, noci: non più di un terzo del totale); una componente di alimenti ricchi di fibra, cioè verdura o frutta (questa parte, volendo, anche più abbondante: peperoni, pomodori, carote, insalata). Ma se è cosi facile alimentarsi, e di conseguenza perder peso, perché nel quotidiano non lo mettiamo in pratica? Dov’è la difficoltà? La dietologia classica, di fronte a disturbi alimentari quali il sovrappeso, propone infatti una soluzione rivelatasi per più di un secolo fallimentare: la restrizione calorica. Ma non è quasi mai la sola scienza a proporla; libri, giornali e trasmissioni TV ci riempono la testa con…(continua) di Ludovica Luisa De Muro

DIETAGIFT Dieta di segnale. Il metodo per dimagrire e stare bene dimenticandosi delle calorie di Attilio Speciani, Luca Speciani BUR Biblioteca Univ. Rizzoli euro: 9,35 …queste idee insensate e prive di fondamenta. Il risultato di questo turbinio fallimentare di terapie regolari, è la nascita di diete “magiche” che con la promessa di far miracoli, vende milioni di copie. Le ricette…

La maggior parte delle diete che oggi ci vengono propinate dai mass media e altre riviste più o meno specilizzate, risultano essere sempre più pittoresche e a volte eccessive. Spesso si trova una dieta che ne confuta un’altra, provocando alla generalità una sensazione di disagio e confusione. In questa moltitudine di terapie alimentari, emerge il dottor Nicola Sorrentino, il dietologo delle star; il suo metodo è semplice ed efficace, con la promessa di raggiungere la perfetta forma fisica in un solo mese. Il segreto? Limitare i grassi e tenere sotto controllo gli zuccheri, abbondando con i prodotti ortofrutticoli e alimenti ipocalorici. Questo, secondo l’autore, vuole essere un programma a regime “leggermente” vegetariano, dato che invita il paziente ad assumere poca carne. È però possibile consumare yogurt, pesce e settimanalmente uova. Spuntini a base di pane e mortadella dovranno essere rari, al contrario, se non avete idee per quanto riguarda la merenda optate per frutta fresca o secca, alimento che contiene il giusto contenuto di grassi ed un basso indice glicemico, aumentando inoltre il senso di sazietà. Il dottore non ha, ovviamente, eliminato del tutto la carne, vuole solo mettere in guardia il paziente: un tempo cucinare carne rossa era sinonimo… di Ludovica Luisa De Muro

LA DIETA DELL’ACQUA Che cosa mangiare, che acqua bere per stare bene e perdere peso di Nicola Sorrentino Salani Editore ebook euro: 7,99 La maggior parte delle diete che oggi ci vengono propinate dai mass media e altre riviste più o meno specilizzate, risultano essere sempre più pittoresche e a volte eccessive. Spesso si trova una dieta che ne confuta…

IL MONDO INTERO NON SA PIÙ COSA INVENTARSI. VIVIAMO NELL’ERA DEL TROPPO, E PROBABILMENTE TROPPI SONO ANCHE GLI SPRECHI CHE SI FANNO. QUESTO È IL PENSIERO CHE HA FATTO SI CHE IL DOTTORE ARONNE ROMANO SI ILLUMINASSE E CI FACESSE, QUINDI, DONO DEL SUO IDEALE DI DIETA. DITE ADDIO PER SEMPRE A TUTTO CIÒ CHE DI PIÙ BUONO TROVATE NEL VENTUNESIMO SECOLO, PERCHÉ L’AUTORE CI RIPORTA DRITTI ALL’ERA DEL PALEOLITICO. STATE SERENI, QUESTA SINGOLARE ALIMENTAZIONE NON PREVEDE L’USO DELLA CLAVA, NE TANTOMENO LA CORSA DIETRO AI CONIGLI PER POTERSI NUTRIRE. POTETE CONTINUARE AD ACCENDERE IL FORNELLO, SENZA DOVER FAR USO DI METODI ACQUISITI AL TEMPO DEGLI SCOUT. IL DOTT. ROMANO HA VOLUTO UNIRE DUE CONCETTI: QUELLO DELLA DIETA A ZONA, E QUELLO DELLA DIETA DEL PALEOLITICO, PROBABILMENTE RITENUTI, DA EGLI STESSO, INCOMPLETI. MA VEDIAMO DI CHIARIRE SUBITO DI COSA SI TRATTA: LA DIETA A ZONA, LA PIÙ CONOSCIUTA TRA LE DUE, È OPERA DEL CELEBRE BARRY SPEARS; QUESTO MODO DI ALIMENTARSI PUNTA A STIMOLARE LA PRODUZIONE… (continua) di Ludovica Luisa De Muro

…eicosanoidi, gli ormoni buoni che migliorano le funzioni dell’organismo. È una dieta a basso contenuto di carboidrati, che consta di tre pasti principali e due spuntini: favorire le proteine, limitare i carboidrati e per quanto riguarda i grassi olio extravergine, noci e nocciole. Queste sono all’incirca le linee guida. La meno nota, invece, dieta del Paleolitico, come potrete facilmente intuire,…