D’Alema, dì qualcosa, una cosa qualunque 29.04.2009 Buon compleanno Massimo D’Alema, 60’anni è quell’età in cui finalmente ci si sente liberi. Spesso è troppo tardi. D’Alema è stato ai tempi della dirigenza della Fgci un ragazzo prodigio, e vista l’età del suo principale competitor, il Premier, un ragazzo lo èContinua

Italiani. Razzisti si, ma solo per sport 22.04.2009 Razzisti si, ma solo per tifo, e anche il signor Moratti non è esente da colpe. Siamo arrivati alla follia senza rendercene conto. Ci sono gesti che non si devono giustificare mai, senza nessuna attenuante. Mi chiedo dove sia finito il sensoContinua

Annozero, dopo lo “Special one” arriva “Michel one” 22.04.2009 Finalmente Santoro ha confessato. Ha dato ragione a chi come me sostiene da tempo, che Annozero ha come unico obiettivo la pubblicità. Per essere preso in considerazione dagli investitori devi avere un buon ascolto, e questo si può ottenere, secondo Santoro,Continua

Santoro, la TV dei pugni in bocca paga. 20,84 di share 18.04.2009 Il CDA Rai impone a Santoro la pillola del giorno dopo. Il DG Masi chiede la puntata riparatrice, e obbliga il conduttore alla sordina. Il programma rientra nei ranghi, tratta l’argomento terremoto, da un punto di vista tecnico,Continua

Nessuno tocchi Santoro. Si auto eliminerà 15.04.2009 E’ giusto rispettare il diritto alla critica di tutti. Speriamo solo che questo valga anche per chi non condivide l’operato di Santoro. Può non piacere come lui confeziona le sue trasmissioni? E su come cucini e serva sempre polpette di sterco? Si puòContinua

L’Aquila. Viva l’Italia, l’Italia che resiste 11.04.2009 “Viva l’Italia, l’Italia liberata, l’Italia del valzer, l’Italia del caffè.L’Italia derubata e colpita al cuore, viva l’Italia, l’Italia che non muore.Viva l’Italia, presa a tradimento, l’Italia assassinata dai giornali e dal cemento,l’Italia con gli occhi asciutti nella notte scura, viva l’Italia, l’Italia cheContinua

L’Aquila, un incosciente di nome G. Giuliani 08.04.2009 A poche ore dal tragico evento sismico, sentiamo tutti una grossa pressione emotiva, facciamo fatica a guardare le cose con razionalità. Abbiamo davanti agli occhi, immagini di persone che hanno facce come le nostre, e che si comportano come ci comporteremmo noiContinua