Il Ritratto di Dorian Gray: i personaggi e l’ambientazione (italiano e inglese)

ITALIANO

Personaggi: In una lettera a Ralph Paine del 12 febbraio 1984, Oscar Wilde scrisse “Basil Hallward è quello che io sono; Lord Henry che cosa il mondo pensa di me; Dorian quello che mi piacerebbe essere – in altri tempi forse”. Ciò significa che vi è un solo personaggio del romanzo: lo stesso scrittore.

Dorian Gray – Dorian Gray è il puro, bello, giovane uomo che cade sotto l’influenza del geniale e perverso Lord Henry. Egli esprime il desiderio di poter restare per sempre giovane, mentre il quadro invecchierà al posto suo. Da questo momento in poi, Dorian conduce una doppia vita, iniziando la sua discesa agli inferi: affascinante, istruito, attratto dal piacere, porta la sua corruzione all’estremo con una fatale seduzione per il male. Questo lato della sua personalità appare con evidenti segni di depravazione sul suo ritratto, il suo alter-ego “Fa parte del mio essere. Lo sento”.
Sybil Vane – Viene presentata attraverso le parole di Dorian Gray che la descrivono a Lord Henry come una attrice molto capace. Per il giovane rappresenta l’arte stessa. La giovane donna chiama Dorian con l’appellativo di principe azzurro. La sua innocenza contrasta con l’ambiente dei bassifondi a cui appartiene, completamente diverso da quello di Dorian. Il lettore sa solo che lei è morta dopo aver preso qualcosa che il popolo del teatro usa.
James Vane – Jim incarna le difficoltà di una classe che deve lottare per la sopravvivenza. Lui ama sua sorella e vorrebbe proteggerla. James capisce quello che le potrebbe accadere: non si fida di Dorian, un uomo di classe superiore. Ma la sua vendetta è frustrata e l’ordine sociale viene ristabilito.
Basil Hallward – Completamente coinvolto nella sua arte, è lo stereotipo tipico dell’artista attratto dalla bellezza. E’ l’unico che sente affetto vero per Dorain e che cerca di riscattarlo quando percepisce il suo distacco e la sua graduale discesa verso il male.
Lord Henry – Rappresenta l’opinione che il mondo aveva di Oscar Wilde in quel periodo: un conversatore brillante, con una voce affascinante, capace di giocare con le parole. Lord Henry usa la sua critica ironica per attaccare ogni aspetto della società vittoriana e si fa portavoce dell’edonismo e delle convinzioni estetiche di Oscar Wilde. Egli agisce come diavolo privato di Dorian e non è mai preoccupato per le conseguenze delle sue azioni. Scompare fisicamente per dare luogo alla degradazione di Dorian, ma la sua personalità è sempre presente. E’ uno spettatore, non un uomo d’azione e non mette in pratica le sue teorie.
Ambientazione: Il ritratto di Dorian Gray si svolge a Londra e il protagonista si sente a suo agio in parchi, sale, studi di artisti, luoghi descritti con un linguaggio che fa appello ai nostri sensi. I personaggi sembrano appartenere all’ambiente in cui vivono, ambiente che è a sua volta la rappresentazione della moda del periodo (stile Liberty). Al contrario, quando Dorian Gray entra in contatto con i quartieri bassi della città, le descrizioni diventano piene di echi patetici del melodramma alla Charles Dickens. Volti deformi e sinistri emergono da una profonda nebbia per rappresentare le volgarità di questo mondo.

       ËËËËËËËËËËËËËËËËËËËËËËË

INGLESE

Characters: In a letter to Ralph Paine, February 12, 1984, Oscar Wilde wrote “Basil Hallward is what I think I am; Lord Henry what the world thinks of me; Dorian what I would like to be – in other ages perhaps.” It means that there is only one character in the novel: the writer himself.

Dorian Gray: Dorian Gray is the pure, beautiful, young man that falls under the influence of the clever and perverse Lord Henry. He expresses the wishes he could remain forever young while the picture grows old. From this moment on, Dorian leads a double life, starting his descent to hell: charming, educated, fascinated by pleasure, he brings his corruption to the extreme with a fatal attraction for evil. This side of his personality appears with evident signs of depravity on his portrait, his alter-ego: “It is part of my self. I feel that.”

Sibyl Vane: She is introduced by Dorian’s words that describe her to Lord Henry as a very good actress: for the young man, she represents art. She considers Dorian her Prince Charming. Her innocence contrasts with the environment she belongs to, completely different from Dorian’s. The reader knows only she has died after taking something the people of the theatre use to take.

James Vane: Jim embodies the difficulties of a class whose main struggle is for survival. He loves his sister and would like to protect her. He foretells what might happen to her because he does not trust Dorian, an upper class man. But his revenge is frustrated and the social order is re-established.

Basil Hallward: Completely involved in his art, he is the typical stereotyped artist attracted by beauty. He is the only one who feels true affection for Dorian and who tries to redeem him when he perceives his detachment and his gradual descent to evil

Lord Henry: He represents the opinion the world had of Oscar Wilde in that period: a brilliant conversationalist, with a fascinating voice, able at playing with words. Lord Henry uses his ironical criticism to attack every aspect of the Victorian society and is the mouthpiece of Oscar Wilde’s aesthetic and hedonistic beliefs. He acts as Dorian’s private devil and is never worried about the consequences of his actions. He physically disappears to give place to Dorian’s degradation, but his personality is always present. He is a spectator, not a man of action and never puts his theories into practice.

Setting: The Picture of Dorian Gray is set in London and the protagonist feels at ease in parks, halls, studious that are described with words that appeal to the senses. The characters seem to belong to the setting that, on its turn, is the representation of the fashion of the period (Liberty style). On the contrary, when Dorian Gray gets in touch with the low districts of the city, the descriptions become full of pathetic echoes of the melodramas, Sinister and ugly faces emerge out of a deep fog in this vulgar world.